Il Metodo

Il metodo, se così può essere definito. Credo sia una sorta di devozione alle persone più che per il cliente o per la professione stessa. Diciamolo: ho l’hobby della gente.

A me piace conoscere il loro stato d’animo, sapere se riescono a percepire le proprie emozioni nel momento in cui chiedo: ‘come ti senti?’. È una domanda tutt’altro che banale. Dalla risposta e dallo sguardo posso iniziare a capire cosa scartare. È l’umore del momento che conta per la scelta di un film. Spesso chiedo anche quale genere è più gradito e quale attore secondo loro merita di essere preso in considerazione. Una persona a me vicina e alla quale devo molto, per una serie di motivazioni relative anche a questo BLOG, mi ha definita una dispensatrice di sogni, e forse è proprio così.

Peccare di vanità non è nel mio stile, non importa quanto io faccia bene il mio mestiere. Mi gratifica riuscire ad entrare nella testa della gente, capire i gusti, i bisogni e i messaggi che un film può dare. Tutto questo mi aiuta a conoscere la persona, a rapportarmi col prossimo e a volte a migliorare la natura del mio pensiero.

Dopo la fatidica domanda, adoro ammirare la loro espressione nel tentativo di concentrazione assoluta e nella ricerca della risposta più interessante possibile; così facendo si sentono considerati e analizzati allo stesso tempo, a qualcuno conforta e a qualcuno crea un senso di disagio. L’attenzione focalizzata non a tutti piace.

La terza fase è la più semplice da ipotizzare, avviene automaticamente: si avvicinano al pannello delle novità e cominciano a cercare la copertina giusta, il titolo che catturerà l’attenzione e li spingerà a leggere la trama nel retro della custodia; sposteranno tutto il peso corporeo su un lato ed apparentemente avrà inizio una sorta di relax. Subito dopo inizia la lettura. Con lo sguardo cominceranno a cercare il mio, quelli rispettosi, verranno direttamente al banco e con mimica complice attenderanno speranzosi il verdetto finale, del quale si fidano, sempre. Per molti il mio giudizio è fondamentale, la gente non ama buttare via il denaro ed io non desidero perdere di credibilità. La spontaneità insita nel mio essere arriva prima di tutto, sarebbe ipocrita da parte mia esprimere commenti positivi su un film che non ho visto capito o apprezzato minimamente. Non dico che ci siano film che non meritino considerazione a priori, però solitamente, per chi come me ne macina parecchi, non è difficile riconoscere un buon film. Ed io sono qua per questo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: