Finalmente la nuova casa

f_19410_5.jpg

Dopo mesi di ricerche, di amori perduti e poi ritrovati, pseudoamicizie e similstronzi/e con annessi e connessi, oggi pomeriggio si è avverato un sogno, sono entrata nella mia nuova casa.

Una volta arrivata davanti alla rampa di scale, mi sono commossa come una bimba e mi sono sentita leggera, come se una nuova vita prendesse il sopravvento. Eccomi giunta davanti al portoncino col mazzo composto da tre chiavi, una di colore diverso dall’altra, ho riflettuto ed ho infilato nella toppa quella verde speranza, ed era proprio lei, incredibile al primo colpo, mai successo.

Sono entrata ed il celeste pallido delle pareti ha catturato la mia attenzione, ho cominciato ad osservare la cucina nel particolare, tipica cucina da casa di campagna, un po’ trash ma molto illuminata. Ho aperto la finestra ed ho contemplato il panorama per una buona mezz’ora, la mia prima sigaretta nella nuova casa, sarà colpa dell’autostrada che attraversa diagonalmente i campi, che mi ha suggerito strani pensieri, ma una camel blu fra le mie dita, non è mai durata così tanto.

Questa è la mia dodicesima abitazione, il diciottesimo trasloco, la seconda casa in campagna ed è la prima volta che mi sento piena di vita, dopo che una mia relazione finisce.

Annunci

16 Risposte to “Finalmente la nuova casa”

  1. Quando ho letto all’inizio amori perduti e ritrovati, ero convinta che avevate fatto pace…l’ultima frase invece mi ha confermato il contrario!
    Ecchepalle! 😉
    Ma sì… meglio essere e stare sereni in queste circostanze…e quel che sarà sarà! Alla fine non si può impazzire sempre per sti maschietti! Diglielo pure che te l’ho detto! Io non ci spreco più fiato, sapeva che se succedeva mi dispiaceva, e te lo dico in tutta onestà! 😉
    Ma adesso arriviamo al discorso casa: é bella luminosa vedo! Mi piace! Poi la tranquillità della campagna dev’essere bellissima! 😉
    Urca il tuo diciottesimo trasloco! Ma è tantissimo! 🙂
    Un abbraccione!

  2. Ciao Sonia, purtroppo sì, per una serie d’incomprensioni sono arrivata alla conclusione che è meglio stare da sola, almeno per qualche tempo.
    La casa è davvero carina, la campagna aiuta a riflettere e a riposare meglio.
    Quando vieni a trovarmi? Ti aspetto, un abbraccio forte forte.

  3. avrei tante cose da chiederti, dopo aver letto questo post, ma lascio che escano da sole, dalla testa, queste domande inutili. Di tutto, oltre che per la casa, sono incomprensibilemente felice per l’ultima frase.

  4. Congratulazioni… eppoi si sa che la luce calma e rasserena;)

  5. Matteo- La casa è un grande passo verso una felicità tanto sperata.
    Franceso- Grazie, io non credevo che la luce potesse influire così tanto sul mio stato d’animo, mai avute 2 finestre in camera da letto!

  6. Comincio dicendoti che casa tua mi sembra moooolto più bella e ordinata della mia, quindi t’invidio!
    E poi -dai- magari è un’evoluzione che ti farà bene… Io te lo auguro almeno. 😉
    Per il resto, sono la persona meno appropriata a parlare di legami sentimentali (nei quali sono da sempre una vera frana!!!), per cui cerco di aiutarti a sdrammatizzare con una barzelletta che ha raccontato proprio Francesco sul sito di Sonia e che, secondo me, oltre che divertente potrebbe anche essere appropriata. Un abbraccio amicale! 🙂
    Alberto

    In un laboratorio viene condotto un esperimento unico nel suo genere: un neurone cresciuto in un cervello di una donna viene trapiantato dentro al cervello di un uomo comune.

    Il neurone, ripresosi dallo shock del viaggio, arriva nel cervello ospite, si guarda intorno e si rende conto che è in un grande spazio vuoto, dove è tutto buio e c’è un silenzio angosciante. Preoccupatissimo, chiede timidamente, sottovoce: Ehi… C’è qualcuno?

    Silenzio.

    Sempre più ansioso e spaventato alza il tono: “Iuuhuu! C’è nessuno qui?”.

    Nessuna risposta, nessun segno di vita!

    Distrutto e tremante, si accascia al suolo e comincia a piangere (classico femminile).
    Resterò solo, qui, per il resto della mia vita…

    All’improvviso, un rumore…
    dei passi…
    arriva qualcuno…
    ed è un altro neurone!

    Emozionatissimo, il poveretto balza in piedi e corre incontro al nuovo arrivo, abbracciandolo commosso.

    Ehi… calmati amico mio, calmati. Che fai qui? E perché piangi?
    Io… sono arrivato adesso… pensavo che non ci fosse nessuno e che sarei rimasto solo per sempre!

    Ma che sciocchezza! Stai parlando di un cervello maschile, quindi non troverai nessun’altra comunità più affollata di neuroni di questa! Noi siamo moltissimi, estremamente attivi e con legami stretti stretti e fitti fitti tra tutti noi.

    Oh… grazie a Dio, che bello! Come sono contento!
    Ma… allora dove siete tutti? Qui il cranio è vuoto.

    Oh, nulla di strano, è sempre così: c’è una festa giù nel pisello.
    Io sono risalito solo per cercare dell’altra birra…

  7. E’ STUPENDA!!!
    Direi che ci sei riuscito benissimo a sdrammatizzare, grazie a tutti e due allora!
    Tanti abbracci…

  8. Davvero tanti auguri di buona continuazione nella tua nuova ca…. vita.

    Hem… a quando l’inaugurazione ufficiale con invito di tutti i tuoi lettori?!?
    Aspetto pazientemente un invito. Grazie! 😉

    David

  9. Ciao Chiara un buona domenica! Riposati! 🙂
    Verrô a trovarti prima o poi…augurandomi di cuore che magari il tutto tra voi si sistemi! 🙂

    un bacio!

  10. caspita tutti questi cambi di casa?!?
    io sto cambiando casa, ma tu mi batti sicuramente

  11. Sonia- Grazie di cuore, ti abbraccio.

  12. Goditi la tua ennesima vita nuova!

    Ciao
    Clopin

  13. evviva la vita!!!!celebrarla con una sigaretta alla finestra dei desideri non pup` ke far bene e dar ispirazione per il futuro…
    Bene bene…nuova casa, nuova vita e nuovo tutto…Dove si trova gioia cara????????
    Enjoy yourself!!!

  14. Clopin- Grazie, vorrei poterti augurare altrettanto, ti abbraccio.
    Frikky- Ce l’ho fatta hai visto! Ti bacio frikkamente!

  15. ahi quanti traslochi……a me ne è bastato uno ^^ anche se non mi lamenterei se mi offrissero una casa con qualche stanza in più :p

    beh buona nuova permanenza allora!

  16. Grazie Faby, questo sarà il luogo dove rifletterò sui misteri della vita…
    Era una cazzata, diciamo che mi prendo una vacanza in campagna per qualche tempo, ero stufa del mare, troppo malinconico quando finisce una relazione.
    Ti abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: