Archivio per aprile, 2007

E’ tempo di cerette

Posted in Globo terracqueo on 28 aprile 2007 by nonsonounacommessa

pensiero-sul-lavoro.jpg

Bel modo di strapparsi di dosso la pelliccia invernale.. guardate qua.

Dedicato a Simone

Posted in Globo terracqueo, Video on 27 aprile 2007 by nonsonounacommessa

]

Simone è il ragazzo che suona il basso e questo è il loro sito ufficiale.

I pomodori del vicino, sono sempre più rossi..

Posted in Diario on 25 aprile 2007 by nonsonounacommessa

Erano anni che desideravo farlo, e finalmente dopo una serie di fatiche sovrumane, il mio orto comincia a buttar fuori i primi frutti.. Ci siamo divertiti a piantar pomodori e zucchine, poi non contenti abbiamo piantato pure il basilico e i peperoni. Sarebbe bello poter mangiar pomodori della mia terra, poter fare come Oscar, inorgoglito dai suoi meravigliosi rapanelli.

Proprio stamani mentre ammiravo il mio orticello ho visto che il mio vicino voleva dirmi qualcosa, allora mi sono avvicinata alla rete e ci siamo salutati. Gli ho fatto qualche domanda, chè il suo orto è veramente splendido, e lui mi ha dato qualche dritta, poi alla fine mi è venuto da chiederglielo, ma come fanno i tuoi pomodori ad essere già così rossi, e quanti sono poi, saranno trecento piante, e lui, tutto merito della mia famiglia, dove ora crescono i pomodori, c’era la nostra fossa biologica!

Ah ecco, ho pensato, quest’ estate mangio solo i miei eh..

Scherziamoci su

Posted in Diario on 24 aprile 2007 by nonsonounacommessa

Una volta giunta all’amara conclusione che sono una sfigata di prima categoria, mi sono accorta che mia madre e gran parte dei miei amici, sono alla continua ricerca di amuleti che mi proteggano dal male.. Sembrava quasi l’introduzione di un film splatter.. La realtà è che gli amici si vedono nel momento del bisogno, ed io non mi posso lamentare, pochi ma buoni. Il primo dono è da parte di mia madre, si è presentata in videoteca con una catenina d’oro, me la regalò mio nonno per la mia prima comunione, effettivamente è stato un regalo importante. Stasera invece due amiche si sono presentate a cena con Lui, lo potete ammirare qua sotto.

imgp0605.jpg

Decisamente inquietante ho pensato in principio, poi dopo qualche istante ho provato simpatia. Per tutta la cena lui è stato il protagonista, perchè voi non sapete, ma questo genere di Troll, si dice che se trattati con rispetto e cura, abbiano un potere positivo. Per tradizione il Troll non deve essere esposto alla luce diretta del sole, la leggenda dice che potrebbe trasformarsi in pietra, non patiscono le cadute, meno male, comunque è meglio non farli cadere, potrebbero irritarsi!!! Sono fatti di materiali naturali, gli ingredienti principali hanno origine dagli alberi, e da sostanze del terreno, e non voglio saperne di più, non si sa mai, sono plasmati e rifiniti completamente a mano. Io ringrazio e vivo nella speranza.. eh eh eh..

Volevo dire anche, che proprio tutti patiamo il caldo..

Un ultima cosa, da qualche settimana ho scoperto un posticino incantevole a seicento metri da casa mia, un lago, io neppure lo sapevo che c’erano laghi in questa zona, la Gioia naturalmente è più felice di me..

Wrestling

Posted in Globo terracqueo, Video on 18 aprile 2007 by nonsonounacommessa

Mio cugino, quello coi pantaloni celesti si chiama Nicola, e a Pisa pensavamo stesse frequentando l’università..

e non ci crederete mai, ma sono pure un po’ secchioni..

Vorrei ringraziare anche gli altri due, il Masta e Gianni.

Il principe azzurro

Posted in Diario on 17 aprile 2007 by nonsonounacommessa

imgp0502.jpg

imgp0545.jpg

Finalmente abbiamo trovato un maschio degno di Lei.

Resto basita

Posted in Globo terracqueo on 13 aprile 2007 by nonsonounacommessa


Io quando guardo la tv, e mi capita di vedere il grande fratello, mi sento che mi vergogno per loro, e vorrei cambiare canale, ma chissà perchè, quando vedo ‘sti personaggi, mi è difficile resistere alla voglia di vederli fare queste clamorose figure di merda. Ma quella Guendalina che dice di avere ventitre anni, e io non ci credo, chè sembra mia zia ed è pure rifatta. La Guenda sta con Milo, Andrea sta con Francesca, che oltre ad essere cacciata dalla casa si deve beccare anche Andrea mentre si vanta alla Rocco Siffredi, dicendo che lui di patatine ne ha assaggiate tante, e non solo dei paesi suoi. La Francesca invece esce dicendo a Liorni che tanto con Andrea c’è stata una settimana soltanto, come dire che ora basta, finalmente è fuori dalla casa e lancia un appello del tipo, ora che sono famosa la do più volentieri. Andrea invece improvvisa una parte alla ‘Via col vento’, scendono le lacrime, si dispera sul divano con quelle quarantasette telecamere che lo fissano. Poverino penso io, magari li vince anche quei cinquecentomila euro, che poi il perchè li vincano quei soldi, ancora non lo capisco e neppure lo condivido. Mi fanno specie ‘sti personaggi che vanno tre mesi a convivere tutti insieme, senza conoscersi e dopo due giorni s’accoppiano come opossum. Ma poi mi chiedo come fanno a recitare la parte tutto il giorno, chè dai, non mi direte mica che son così per davvero.. Comunque volevo dire che io il grande fratello non lo chiamerei il grande fratello, mi suona meglio il grande bordello, chè non c’è ne è una lì dentro, che mi faccia sentir fiera d’esser donna.

Lui me lo sono lasciata per ultimo, chè la verità è che glielo volevo dedicare un post, come lui ha fatto con me, e devo dire che a me, quel post lì, nonostante tutte le sfighe, a me è piaciuto un bordello, e volevo anche ringraziarlo, che se non era per Lui, io mica ce l’avevo un blog.