L’essere diversi

Quando avevo otto anni, mi ricordo che il mio compagno di classe mi chiese se sapevo di essere diversa. Già la parola diversa non suonava troppo bene pensai, forse ero diversa perchè riuscivo ad arrampicarmi sugli alberi e andavo a pesca con mio fratello, chissà, mi veniva da dire.. Il mio compagno forse voleva mettermi in guardia, certo lui era diverso da me, portava dei buffi occhialoni da vista tondi, sembrava Harry Potter, questo però lo distingueva dagli altri, allora forse la sua diversità dipendeva anche da quegli occhiali.

A dodici anni mi capitava di ripensarci a questa parola, stavo ore davanti allo specchio a chidermi quanto fossi diversa. A quindici anni, il mio primo ragazzo mi disse che mi amava perchè ero diversa, certo la parola amore era molto forte all’epoca e la sentivo tutta, come dire, già ne conoscevo il peso ecco..

A vent’anni dopo essere stata per un paio d’anni all’estero, mia madre mi chiese perchè mi ostinavo ad essere così diversa dagli altri, e questa cosa mi faceva incazzare, era quasi diventato un incubo per me essere così diversa.

Stasera dopo aver parlato con Lui mi sono sentita fiera di ciò che sono, se non fossi stata così diversa, probabilmente il suo sguardo non si sarebbe posato su di me, e allora mi vien da pensare che essere diversa alla fine non è mica poi tanto male..

luna.jpg


Annunci

30 Risposte to “L’essere diversi”

  1. Bentornata Chiara!!!!! L’essere diversi è sempre un po’ il peso e allo stesso tempo il vanto di tutte le persone un po’ speciali. ;-D

  2. Bentornata!!
    Guarda, io credo che la diversità sia in qualche modo la mia condanna e la mia salvezza… Condanna perchè è dalle elementari che sono quella fuori da qualunque gruppo, non riesco a capire bene i meccanismi ma per qualche arcana ragione ogni volta dopo un po’ mi ritrovo espulsa come un elemento estraneo.
    Salvezza perchè così mi evito di essere costretta a passare il mio tempo ad osannare il leader di turno e seguire il gioco delle parti, e me ne sto con altri “diversi” con cui mi trovo benissimo.
    🙂

    Un bacio*

  3. Tempo fa scrissi un post sul fatto che quando sei piccolo sei unico, poi vai all’asilo e ti insegnano le regole, alle elementari impari che non puoi essere più bravo o troppo diverso dagli altri perchè rischi di essere escluso, fino alle superiori quando tutti cercano di essere più uguali agli altri…

    All’università capisci che + sei diverso e meglio stai con te stesso…
    essere diversi è bello! ; )

  4. ti potrà sembrare una provocazione, ma sono felicissimo di leggere queste parole, un po’ le avevo immaginate vederle vere mi fa sorridere come un bambino. adesso devi solo gustare la vita, dopo un anno di impedimenti…
    auguri.

  5. il tuo cmpagno di otto anni devi sposarlo!!!

  6. Quando si è “piccoli” si cerca in tutti i modi di essere il più possibile uguale agli altri. Quando si cresce si cerca sempre più il modo di distinguersi. Quelli a cui riesce meglio sono quelli che si sono sempre distinti e hanno saputo convivere con questo.

  7. La diversità io la vedo sempre come una grande ricchezza !
    Buon weekend ! 😀

  8. adoro l’essere diversi. diversi = artisti, sensibile, oltre i confini umani. noi diversi sappiamo sognare.

  9. Daniele Says:

    vedo una convergenza di persone diverse, quindi.. per essere a mia volta diverso, devo contraddirvi per forza ;D

    (ciao Chiarina! ..ma dove sei stata all’estero?)

  10. In un mondo così piatto e stereotipato…
    evviva i DIVERSI 😛 :mrgreen:

    Un abbraccio e buona domenica 😉

  11. e meno male che siamo diversi!!! Sai che palle esser tutti uguali?????

    Un abbraccio
    Mary

  12. A volte siamo talmente tanto diversi che in ognuno di noi possiamo vedere l’altro!!!
    Un bacione
    devil

  13. Alla fine questo post è una dichiarazione d’amore! 😉

    Non so chi sia il fortunato destinatario, ma certo ha buon gusto perché DIVERSAMENTE non potrebbe stare con una donna bella e sensibile come te! 😛

    Diversa?
    Personalmente preferisco altre definizioni per te: originale, ricca di personalità, non banale, vera, generosa, anticonformista, passionale, femmina, sognatrice, schiacciasassi, libera dentro…
    Ma ogni definizione in realtà ha in sé un limite, quindi direi che c’è una sola parola appropriata per te e che racchiude tutto senza limitarlo: KIARA. 😉

    Un abbraccio Kiarificatore 🙂

  14. nuvolepensierose Says:

    […] se non fossi stata così diversa […]

    😉

  15. Eh sì…anche io sono sempre stata un pò “diversa”, un pò esclusa dai gruppetti alla moda, un pò troppo studiosa (ma questo l’hanno sempre creduto gli altri! Io ho sempre passato meno tempo di quanto sembrasse sui libri!). Anch’io mi sono spesso detestata per questo mio modo di essere. Ma non riuscivo ad essere altrimenti, mi sentivo finta a fare la parte di quella che non ero. Oggi invece mi voglio un gran bene proprio per come sono, per il fatto di potermi sentire “unica”.
    Ti abbraccio!!!!!!!!

  16. è veramente un peccato che tu sia diversa, ce ne vorrebbero un po´più di tipe come te in giro

  17. Lo stesso fatto che siamo diversi dalla massa ci rende speciali.

  18. vedo che la pausa ha fatto bene….eccome!
    sono felice per te
    enrico

  19. da piccola il mio essere diversa era una tortura. la diversità + evidente erano i capelli rossi..anzi arancioni…
    dopo la fase “ti chiudiamo in una miniera, rossa malpelo!” sono passati al “ti dobbiamo bruciare sei una strega! ” *e detto da gente finita già dal preside x piromania non suona bene…*
    😛
    ora è tutta un altra storia. c’è ki paga i centoni per farsi i capelli del mio colore e non ci riesce!
    tiè!
    😀

    welcome back & rock on

  20. ❗ Comunicazione di servizio. ❗
    PASSATE TUTTI SUL BLOG DI BRIGIDA PER FARLE GLI AUGURI: OGGI 17 LUGLIO E’ IL SUO COMPLEANNOOOOOOOOOOOOOOO!!!! 😛

  21. Il mio sogno è di poter un giorno giungere alle tue stesse conclusioni. Per ora – in mancanza di vantaggi tangibi, quantomeno senza contare la mia auto-stima – direi che non ci ho guadagnato un cazzo ad essere diverso.

    Ma mi piace… non l’ho scelto e mi piace.

  22. essere diversi a volte è un peso, ma è un gran pregio…
    sono contenta che sei tornata a scrivere!
    un bacione

  23. una volta lessi di un racconto si chiamava la rosa blu.

    Se ti capita di trovarlo, leggilo……..te lo dedico.

    Pace.

    Cuorenoir

  24. caffeclandestino Says:

    … ma diverso… che significa?
    Sui “diversi” (come sugli “alternativi”) scriverei libri e libri (se fossi capace di farlo…) di analogie e similitudini. Uguali e diversi, mah!
    In ogni caso è bello che ci sia qualcuno che ci veda diversi, unici e speciali! 😉

  25. …diversa…mmmhhh…

    MoF

  26. La guressa Says:

    nessuno é diverso, ognuno é unico

  27. Che brutta cosa la omologazione.

  28. Mi hai dato uno spunto, ci farò un post! 🙂 ben tornata!

  29. il brutto di chi si sente diverso è scoprirsi prima o poi uguale a tutti gli altri…e prima o poi ti succede….e allora non c’è più niente di speciale, ne’ di particolare, niente di cui essere particolarmente fieri…
    Fra

  30. Abbasso i normali, viva i diversi! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: