Archivio per aprile, 2008

Vorrei la coda.

Posted in Diario with tags on 22 aprile 2008 by nonsonounacommessa

.. e se davvero si potesse fare, che bello sarebbe, chè il mio cane è tre spanne avanti io lo dico sempre, ma anch’io a volte ho bisogno di conferme. Lei c’ha ‘sto vizio che se ti guarda, ti guarda attentamente, neanche un muscolo devi muovere da quanto lei ti guarda attentamente. Allora mi capita che io ci casco e la guardo e poi rido, e lei è come se con me c’avesse questo linguaggio codificato, che io se rido lei spalanca gli occhi e muove la coda da destra a sinistra e da sinistra a destra, e il movimento non è mai lo stesso, a volte è veloce e poi lento e altre è fermo e poi lento, si stoppa e poi riparte. Ci ha le tre marce ci ha. Però lo capisco quel movimento li, chè lei quando parlo sta a sentire tutti i suoni e di solito quelli che finiscono con la ‘A’, per lei son suoni che la fan felice. Rallenta la coda solo quando non capisce la parola che dico, e lo fa con la testa inclinata da un lato e gli occhi ancora più spalancati, e poi quando ferma la coda invece, la ferma solo se io in una qualche maniera l’ho delusa. Deludere un cane è molto facile, chè loro c’hanno seriamente l’animo fragile e prendon le cose di pancia loro. Una volta mi ricordo che io stavo per uscire , andavo a correre, e lei, che lo fa tutte le volte, mi guardava mettermi le scarpe e mi dava i morsetti alle mani e alle stringhe. Lo fa con quel modo li, di quella che non ci sta più nella pelle, e poi ti fa vento con la coda in modalità veloce e veloce. Quindi mi metto laipod, e sto per uscire quando mi suona il cellulare, dovevo essere dal commercialista e invece non me lo ero ricordato. A quel punto lei che già non stava nella pelle mi diventa ancora più insistente, e comincia a saltellare alla bambi fino alla porta. Voi non potete immaginare cosa voglia dire avere la piena consapevolezza che si sta per deludere un cane, e che questa crudele azione non ti farà vivere bene per tutta la giornata, chè tu non lo vorresti deludere mai il tuo cane in verità. Poi pensi che è tardi e che anche se non glielo puoi dire, quando ritornerai a casa rimedierai, e per assurdo lei quasi lo capisce dal tono basso e remissivo che ti dispiace, allora fa un mezzo giro su se stessa, si siede, e poi con la coda fa il lento e veloce, chè se nel caso tu ci ripensassi, lei ti vuole dire che è pronta ad andare. Mentre poi socchiudo la porta gli occhi si chiudono piano piano, come se la speranza l’avesse abbandonata per sempre, e a te quegli occhi ti fan pensare, ti fan pensare a quando eri piccola e ti dicevano che non potevi andare al lunapark, davanti ai tuoi amici, e ti veniva su il pianto dallo stomaco, chè le cose anch’io da piccola le prendevo di pancia ..zarola. Dopo trenta secondi ho riaperto la porta, e lei giù con tutte ‘ste feste come se non mi vedesse da cent’anni, chè già sentiva la mancanza e ora non sta più di nuovo nella pelle. Ecco, quando trovi tutte queste similutudini ti vien da pensare…, pensi che se il tuo cane avesse il dono della parola non gli vorresti così bene, e pensi che bello sarebbe, se con un uomo bastasse muovere la coda per fargli capire se stai bene o sei stai male.

nonsonounacommessa the next level!!!

Posted in Diario with tags on 18 aprile 2008 by nonsonounacommessa

Ecco per dire, stamane ero tutta concentrata in macchina mentre venivo al lavoro. Pensavo alla colecisti, ricordavo i giorni ospedalieri, la nonnetta russante che non mi faceva dormire e mi dicevo, cidenti Chiara con tutto quello che t’è successo potresti elaborare almeno almeno una decina di post. Allora mentre cercavo parcheggio, che ero tutta concentrata a pensare a cosa scrivere nel post, mi sono venute in mente un’infinità di cose da scrivere, poi finalmente dopo ventun minuti ‘sto parcheggio l’ho trovato e quando sono scesa tutte le mie idee sono svanite. In negozio poi ho avuto gente e non mi sono potuta concentrare più. Alle tredici ho finito di lavorare e tutta contenta chè mi era venuta l’ispirazione mi sono incamminata verso il piazzale dove di solito parcheggio, e pensate un po’, ero talmente concentrata stamane per il post, che ci ho messo giusto sedici minuti per trovare la macchina. Son messa malino eh..