La mangiatoia

Play

Tempo fa mi comprai una mangiatoia per uccelli. L’ appesi nel mio portico e la riempii di semi. Era proprio una bella mangiatoia ed era uno spettacolo vedere gli uccellini da vicino. Entro una settimana c’erano almeno un centinaio di uccelli che approfittavano del costante rifornimento di cibo gratuito, ottenibile senza fatica alcuna. Poi gli uccelli cominciarono a fare i loro nidi, sotto il portico, sulla tenda, vicino al barbecue, persino sul tavolino.

Poi arrivò la merda.

Era ovunque,  sulle tegole del portico, sulle sedie, sul tavolo da pranzo, insomma ovunque. Poi alcuni uccelli iniziarono ad essere cattivi, si lanciavano su di me e cercavano di beccarmi anche se ero io che li nutrivo pagando di tasca mia. Altri erano rumorosi e prepotenti,  si appollaiavano sulla mangiatoia e fischiavano e pigolavano a tutte le ore del giorno e della notte affinché io riempissi la mangiatoia,  se il cibo scarseggiava. Dopo un po’ non riuscivo nemmeno più a sedermi nel mio portico,  così decisi di togliere la bella mangiatoia, e in tre giorni gli uccelli se ne andarono.  Feci pulizia e misi tutto in ordine facendo sparire anche i nidi da tutto il portico e ben presto il mio portico tornò ad essere quello che era prima, un posto tranquillo e sereno senza schiamazzi per reclamare il diritto al cibo gratis.

Ora  riflettiamo.

Noi abbiamo ottenuto con il nostro lavoro ed i nostri sacrifici un sistema con molti diritti, cure mediche gratuite, scuole gratuite, assegni per i meno abbienti, case popolari a prezzi bassissimi e permettiamo a chiunque nasce qui di essere automaticamente cittadino del nostro Paese. Poi sono arrivati gli illegali a decine, centinaia di migliaia che godono degli stessi vantaggi. Per pagare le maggiori spese noi dobbiamo pagare più tasse, le case popolari vengono occupate con la forza e nessuno ne paga il canone. Se andate ad un pronto soccorso dovrete aspettare ore per essere visitato, poiché gli ospedali sono diventati un rifugio per extracomunitari. Vostro figlio alle elementari avrà grossi problemi perché metà della classe non parla Italiano e la mensa scolastica verrà condizionata da assurdi divieti religiosi. Vengono tolti i Crocefissi e non si celebrerà il Natale per non urtare la sensibilità degli stranieri, senza alcun rispetto per la nostra, quella dei padroni di casa.
La criminalità spicciola, quella che se la prende con la gente comune (noi) è al 75% opera del 10% della popolazione (gli stranieri), e le carceri sono così piene che i delinquenti vengono rimessi in circolazione e subito ricominciano a rubare e a violentare. Se si cerca di arginare il fenomeno ecco levarsi la protesta di molti imbecilli che gridano alla violazione dei diritti civili, degli altri però,  perché dei nostri diritti gli stessi imbecilli se ne fregano.
E’ solo la mia opinione o forse è giunto il momento per il nostro Governo di togliere la mangiatoia e fare un po’ di pulizia.
Se siete d’accordo, fate girare, se non lo siete, CONTINUATE PURE A PULIRE LA MERDA!

Questa è una mail.


Annunci

12 Risposte to “La mangiatoia”

  1. una mail di un lavoratore statale, immagino

  2. Una mail mandata da una madre che non ha potuto godere dei benefici di una maternità retribuita perchè la ditta per cui lavorava ha chiuso causa crisi credo..

  3. posso anche capire lo sfogo, ma non è contro gli stranieri (almeno non contro quelli regolari) che deve prendersela. E teniamo conto che la maternità retribuita è comunque ingiusto che venga negata a chi lavora in proprio

  4. Capisco l’incazzatura………
    saluti

  5. ne ho sentite di cazzate in vita mia….

  6. Comunque non so se l’ha scritta lei oppure me l’ha solo passata. 😀

  7. Sento puzza di olio di ricino e squadristi… bleah!

  8. bisognerebbe solo usare un pò di sana intelligenza. regolamentare i flussi in base alle reali necessità del paese e permettere, a chi vuole inserirsi davvero nella nostra società, una vita normale

  9. Ecco, chi ha scritto i commenti qui sopra…. continui pure a pulire la merda.

  10. ilmangiacomunisti Says:

    Cara KarmaBurning potresti sentire odore anche di GULAG, di Leninismo di tante cose…

  11. francesca Says:

    A tutti quelli che si nascondono dietro ad un dito dicendo che “sentono puzza di olio di ricino”.. oppure semplicemente arrivano molto comodamente a fine mese e ai quali questi problemi non toccano.. cito l’ultima frase della mail.. CONTINUATE PURE A PULIRE LA MERDA.. e aggiungo, QUANDO LA MERDA (e me lo auguro con tutto il cuore) VI SOMMERGERA’ QUASI COMPLETAMENTE.. NON LAMENTATEVI!! E’ giusto che ogni persona abbia diritto ad una chance.. uno straniero regolare che viene in Italia cercando un aiuto ha diritto di essere aiutato.. il dramma è che sono più i clandestini che i regolari.. ed un clandestino come pretendete che si mantenga? Nel migliore dei casi.. lavorando in nero.. ed ecco che aumenta l’evasione, che non c’è più lavoro per noi italiani perchè lo straniero in nero costa meno, che lo Stato percepisce meno tasse e quindi tocca ai coglioni come me che invece le tasse le pagano tappare il buco.. Ora. Come dice giustamente la mail, è soltanto un’opinione. Voglio solo chiedervi una cosa.. trovatemela voi l’alternativa da offrire ad un padre di famiglia la quale ditta ha chiuso o che è stato licenziato per carenza di lavoro.. trovatemela voi l’alternativa da proporre ad una madre che ha la figlia 18enne che esce il sabato sera ed ha il terrore che qualche straniero (la feccia è anche italiana, ma sarà un caso.. il 90% delle violenze sono commesse da stranieri..) la violenti.. trovatemela voi l’alternativa da proporre ad un gioielliere o ad un tabaccaio che è stato rapinato e che viene a sapere che per il sovraffolamento delle carceri il suo rapinatore è stato liberato..

    Io sono di cuore buono. Tendenzialmente aiuto tutti. Ma non accetto che qualcuno faccia il padrone in casa mia. E purtroppo ora sta succedendo cosi. MA VOI NON VI SENTITE STRANIERI IN PATRIA? Io sì.

    Mah.. meditate gente, meditate. Prima di dire cose insensate, sopratutto. E’ troppo comodo puntare il dito e dire che siamo tutti un branco di fascisti..

  12. Carlo Piddu Says:

    vorrei fare le mie osservazioni, da giardiniere, che può sembrare non inerente, ma ascoltate: prima cosa non compratevi le mangiatoie, gli uccelli si arrangiano da soli, semmai sbriciolate del pane secco (che buttereste, pagando enti che portan via rifiuti…) e buttatelo sotto le siepi, dove loro abitano, cercate di rispettare le dimore degli uccelli, fate in modo che possano vivere per i fatti loro, nella fattispecie, non tagliate le siepi o gli alberi nei periodi sbagliati, non si può pensare di distruggere un habitat e poinon ritrovarsi ‘scomode’ presenze nel proprio di habitat. Altre osservazione, magari avete comprato la mangiatoia e vi siete vantati coi vostri amici, visto che bravo? io ‘aiuto’ gli animali, gli dò da mangiare, senza pensare che spezzate un equilibrio naturale che da solo funzionava benissimo. Esempio, le popolazioni o tribù primitive, vedi aborigeni o quant’altro, per noi sono indietro, ma loro potevano continuare ad esistere anche senza di noi, il problema nasce quando magari si scopre che nel sottosuolo dei territori di questa popolazioni c’è qualcosa che interessa a noi, allora in nome del progresso nel migliore, dico migliore, dei casi si fanno sloggiare, o si rendono schiavi, nel nome della nostra ‘superiorità’. Ergo, inutile nascondere che chi viene qui scappa da qualcosa, e nella stragrande delle volte quel ‘qualcosa’ lo abbiamo creato NOI, ma troppo spesso noi ci fa comodo quando ci fà comodo. Aiuti, a casa loro, non cibo, aiuti veri, non speculazioni !!!!! Ora, se qualcuno vuole dialogare su questa cosa ben venga, sono pronto, e per chi farà finta di non capire, rimanga pure delle sue idee. A buon intenditore poche parole, ciao a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: