Film fuori concorso

L’uomo in più

6286_big

“che posso dire.. che è meglio aver amato e perso, piuttosto che mettere linoleum nei vostri salotti?”

Annunci
Film fuori concorso

Into the wild

into_the_wild_movie_poster

‘Appena laureato e con un brillante futuro davanti, il giovane Christopher McCandless decide di rinunciare alla sua vita privilegiata per partire all’avventura. Regala tutti i sui risparmi a un ente benefico e parte in autostop verso l’Alaska in cerca di un esistenza a contatto con la natura selvaggia. Lo attendono incontri, esperienze formative e un crudele destino. Da una storia vera tratta dal bestseller di Jon Krakauer.’

Straordinario.

into-the-wild-horse-1236

Film fuori concorso

Non pensarci

locandina-non-pensarci1

Trama

Stefano Nardini suona da quando aveva cinque anni e passo dopo passo ecco che dal conservatorio è finito col diventare una piccola star del punk rock indipendente. Ma i tempi delle sue foto in copertina sono passati e adesso a trentasei anni si guarda intorno: suona con dei ventenni invasati, a casa non ha più né fidanzata né letto dove dormire, gli è rimasta giusto una chitarra e un’auto con le portiere che non si aprono… Insomma è venuto il momento anche per lui di cercare un riparo, tornare dalla famiglia che non vede da tempo, riflettere.

Il precariato, la crisi, i rapporti familiari, la sfiducia nella gente.. insomma Valerio, tu si che sai rendere bene l’idea. Grande film, grazie Gianni.

Film fuori concorso

Il labirinto del fauno

panimage14.jpg

making18.jpg

panimage15.jpg

Trama
Dopo aver visto Amelie con il suo mondo a colori, pensavo che i miei occhi non si colmassero mai più di cotanta bellezza. Io non sono la tipa che prende le sbandate facilmente, avrò visto almeno diecimila pellicole in tutta la mia vita, quindi diciamo pure che son ferrata, magari non sono il Mereghetti, ma riesco comunque ad estirpare il fascino dalle cose che vedo. Chi mai avrebbe immaginato, che un film così fantastico potesse racchiudere tutte queste sfumature. Fin dalle prime scene ho sentito il bisogno di farne parte, la drammaticità aiuta ad aprire il cuore, la fantasia a scaraventarci in un mondo che apparteneva anche a noi, e come nella vita anche nel film, la realtà ci fa cadere per terra appena la si sottovaluta. La guerra, l’amore, la magia, la famiglia, la bontà, il coraggio, la tragedia, ed infine, il sogno che diventa realtà. Ecco io non ho parole, erano anni che non mi sentivo così emozionata, dopo aver visto un film.

Film fuori concorso

La gang del bosco

locandina1.jpg

La lepre corre come un’ossessa per il bosco, e improvvisamente incontra il cerbiatto sbragato sotto un albero che si fuma una canna. ‘Che fai sei matto, ti fai le canne qua in mezzo la natura, all’aria pulita ti fai le canne? Dai alzati e corri con me che ci alleniamo.’ ‘Hai ragione’ fa il cerbiatto, lascia il mozzicone e si mette a correre. Mentre corrono incontrano la volpe strafatta di cocaina. ‘Pazza!’ dice il cerbiatto, ‘siamo qua in mezzo alla natura e tu sniffi la coca?; dai vieni con noi a correre che ti ossigeni i polmoni’. ‘Avete proprio ragione’ dice la Volpe, e si mette a correre con loro. Poco più giù incontrano il lupo che si sta preparando una siringa di eroina. ‘Ma non ti vergogni, siamo qua in mezzo alla natura e tu ti buchi?’ gli fa la Volpe, e poi aggiunge, ‘vieni a correre con noi che ti ossigeni i polmoni e ti alleni un po’. ‘Ma andate un po’ affanculo’ dice il lupo, ‘possibile che quando la lepre si fa di ecstasi, ci dobbiamo mettere tutti a correre come stronzi nel bosco!!!’

Vorrei ringraziare la Guressa per questa chicca, chè ieri leggendo questa mail, mi sono quasi strozzata sul finale. Grazie carissima.